Laboratorio Diagnostica beni culturali

Strumentazione


Nell’ultimo decennio nell'ambito dello studio del patrimonio storico artistico,  il compromesso, tra la necessità di  ottenere dati analitici realmente rappresentativi e l’imperativo di minimizzare il danno prodotto dal campionamento, ha spinto la comunità scientifica verso lo sviluppo e l'applicazione di tecniche analitiche portatili non-invasive. Quest’ultime presentano il vantaggio di poter essere portate in situ, cioè nello stesso luogo dove si trova l’opera e di poter ottenere informazioni sulla composizione e la distribuzione dei materiali senza effettuare alcun prelievo sull'opera d'arte.

Vengono qui di seguito riportate nel dettaglio le strumentazioni portatili non-invasive in dotazione al Laboratorio.