Laboratorio Diagnostica beni culturali

Analisi finalizzate a un intervento di restauro


Di seguito si riporta una tabella riassuntiva delle tecniche d'indagine da utilizzare per l’analisi dei materiali costitutivi dell’opera d’arte. Sarà inoltre valutata la presenza di inquinanti e alterazioni al fine di indirizzare il restauratore all’applicazione di un opportuno metodo di pulitura e di restauro del manufatto, con la possibilità di seguire direttamente le fasi di pulitura. Sono indicati i punti minimi di analisi il cui numero può variare secondo le dimensioni dell’oggetto artistico e le problematiche poste dallo storico dell’arte e/o dal restauratore.

 

TECNICA D'INDAGINE

PRINCIPALI INFORMAZIONI OTTENIBILI

PUNTI MINIMI DI ANALISI
TEMPO DI LAVORO
STIMATO
 

Fluorescenza a raggi X puntuale –XRF

Determinazione degli elementi chimici presenti

Si acquisiscono tre punti di analisi ogni 5x5 cm2

1 ora per l’acquisizione di 4 punti di analisi

Riflettanza in infrarosso puntuale -MIR

Studio dei materiali organici superficili e di prodotti di alterazione (solfati, ossalati , carbonati, ecc.)

Si acquisiscono due punti di analisi ogni 5x5 cm2

1 ora per l’acquisizione di 4 punti di analisi

Diffrazione a raggi X portatile- XRD

 

Analisi delle leghe metalliche

Si acquisisce un punto di analisi ogni 5x5 cm2

1 ora per l’acquisizione di 2 punto di analisi